LAGO MIGNATTA - NUOVO REGOLAMENTO PER LA PESCA (DAL 26 APRILE 2021)
LAGO "MIGNATTA" - SAN GIORGIO LA MOLARA

( Nuova regolamentazione per l'attività di pesca )

- IN VIGORE DAL 26 APRILE 2021 -

L'esercizio della pesca nelle acque del Lago Mignatta, oltre alle norme contenute nella L.R. n.17 del 23/11/2013, occorre rispettare le disposizioni integrative di cui al presente regolamento.

1. Documenti

L’attività di pesca nel lago Mignatta è consentito nel rispetto delle leggi vigenti in materia, dei principi della Federazione e delle norme riportate nel presente regolamento, con il possesso di regolare licenza , nonché di autorizzazione del concessionario F.I.P.S.A.S. che può essere costituita anche dalla sola tessera federale.

2. Tempi di pesca

La cattura delle specie ittiche è consentita tutti i giorni da un’ora prima dell’alba ad una ora dopo del tramonto.

3. Limitazioni catture, misure minime

E’ vietata qualsiasi forma di pesca notturna.

E’ vietata la pesca da “Belly Boat”.

E’ vietato il prelievo di tutte le specie di pesci catturate, in quanto viene effettuato il catch & release (cattura e rilascio) e pertanto, le prede catturate devono essere immediatamente slamate e rilasciate.

Solo gli atleti appartenenti a societa’ sportive affiliate, in fase di allenamento e di gara, possono detenere il pescato in apposite nasse idonee alla perfetta conservazione “in vivo” delle specie ittiche catturate, con l’obbligo di liberarle alla fine dell’azione di pesca, con la massima cautela.

4. Disposizioni sul pesce gatto

In considerazione dell’art. 18 della L.R. n. 17 del 23.11.2013, aggiornata con L.R. del 5.4.2016 n. 6 e successive modifiche, è vietata l’immissione e la diffusione del pesce gatto e specie affini, sanzionate, ex art. 29 lett. F) della medesima legge, con la sanzione da €.1.500,00 ad €.10.000,00. Pertanto, i pesci gatto o specie affini catturati dovranno essere riposti in apposita nassa e non potranno essere rilasciati.

5. Attrezzi e modalità di pesca

L'esercizio della pesca è consentito con una canna, con o senza mulinello e con un solo amo.

L'uso del guadino è consentito solo come ausilio per salpare il pesce.

Non è consentito alcun altro tipo di attrezzo inclusa la bilancina; le nasse sono consentite solo in occasione di gare o allenamenti ad esse finalizzate.

È vietata la pesca con moschera e camolera e la pesca col sistema della coda di topo o a frustare.

6. Esche e pasture

E’ consentito l’uso di pastura, pellet e mais complessivamente nella quantità massima di 3 litri (kg.1,5 circa) misurata bagnata.

Il bigattino (larva di mosca carnaria) è consentito nella quantità massima di 1 litro (kg. 1 circa).

E’ vietato l’uso e la detenzione delle uova di salmone e del sangue.

7. Disposizioni varie

E' vietato nel modo più assoluto abbandonare rifiuti di qualsiasi natura e tipo, con particolare riferimento a sacchetti di plastica e contenitori di esche; è vietato altresì riversare in acqua residui di pastura ed esche.

In occasione di manifestazioni sportive, autorizzate dal Comitato Provinciale FIPSAS e per i soli partecipanti alla gara, è ammessa deroga parziale o totale dall'osservanza del presente regolamento in ordine alle esigenze di gara e alle relative disposizioni, entro limiti stabiliti e approvati dal Comitato Provinciale.

Il Comitato provinciale Fipsas declina ogni responsabilità per danni subiti o causati dal pescatore nell'esercizio della pesca

Per tutte le violazioni del presente regolamento, valgono le norme e le sanzioni di cui alla L.R. n. 17/2013, alla L. R. n. 6/2016 e successive modifiche.

Il presente regolamento, approvato con delibera del Consiglio Direttivo F.I.P.S.A.S. del 24/04/2021, entra in vigore dal 26 Aprile 2021.